Monti scherza o dice sul serio?


Bellissimo l’attacco di Monti alla concertazione? Molto chiaro e giustamente duro.

Ma perché lui e Napolitano hanno concertato sull’art.18 concedendo alla CGIL una drastica controriforma? Perché hanno promosso  un quasi annullamento delle flessibilità precedentemente garantita, e già modesta?

 

E’ vero che in mano a Napolitano come elettori non contiamo più nulla, ma mica siamo diventati anche stupidi.

 

Se si vuol fare sul serio, ma ne dubito, l’unica alternativa alla concertazione ed alle sue pesanti sperequazioni è – una volta lo sapevamo bene -: bipolarismo – pre o semipresidenzialismo – maggioritario.

Per evitare di concertare occorrono maggioranze forti e chiaramente legittimate. E dunque, alle peggiori, meglio il “procellum” che l’ “ispano-tedesco” o qualsiasi altra napolitanata inventata per non far vincere nessuno e far governare poi chi non ha vinto e neppure partecipato.

2 Comments

  1. Stefano Ceccanti ha detto:

    Il governo berlusconi con ampia maggioranza ottenuta con porcellum non ha combinato nulla su questi terreni, quindi bisognerebbe quanto meno comparare per valutare. Ma poi se si sicuro che non ci possa essere una coaliziine finta che prenda il premio e che crolli subito dopo, ripaprtendo quasi subito con un nuovo governo tecnico?

  2. Luca ha detto:

    … come tu una volta ci insegnavi, le maggioranze postelettorali sono SICURAMENTE instabili poco efficienti (Monti docet), mentre quelle preelettorali A VOLTE.

    Dunque, comparando …

    Peraltro sono strasicuro che possa esserci una coalizione finta che proverà a sfruttare il porcellum, ma non per questo preferisco una legge che spinge a non fare coalizioni e trattare nulla.

    Mica avrai dimenticato che il porcellum è stato il terreno di coltura il miglior Pd?

    Dunque: ok a qualcosa di più presidenzialista, più maggioritario e più bipolare del porcellum, ma NO a qualsiasi cosa che ci tolga il poco che il porcellum ci dà in termini di bipolarismo e indicazione del premier.

Leave a Comment