Il bosone di Monti?


Prendete la lettera della Bce di meno di un anno fa.  (Il testo che giustificò il congedo di un premier eletto e la sua sostituzione con uno non eletto.)

Provate a calcolare il dislivello di massa tra i tagli di stanotte e quelli richiestici un anno fa e presentati da Monti come programma e licenza del suo esecutivo.

Siamo forse in presenza del “bosone di Monti”?

 

Controprova. Aggiungete tutto quanto fatto dal medesimo esecutivo dal giorno successivo al taglio delle pensioni.

Mi sa che restiamo al bosone di Monti….

 

In politica è un’illusione quella di dare massa (polices riformatrici e liberalizzanti) senza avere massa (consenso elettorale).

Risparmiarsi la fatica di raccogliere consenso non semplifica l’azione politica. La rende impossibile.

 

 

 

Leave a Comment