Ma che razza di riformismo è?


… mercato dei tassisti affidato ai sindaci (che del voto dei tassisti hanno bisogno).

Tesoreria unica imposta ai comuni: “bravo, hai amministrato bene, però i soldi li tengo io”.

E intanto: banche ignorate, professioni graziate ….

 

Ps. E’ intanto un proclama: se farò bene non mi faranno continuare. Ma se  di tutti noi ha un’idea peggiore di quella che Falcone e Borsellino avevano dei siciliani, perché si è preso questo disturbo? O: per chi?

 

 

1 Comment

  1. Giorgio Armillei ha detto:

    Aggiungerei altri dettagli di “cedimento dirigistico”. 1)La questione golden share: si comincia con la difesa ma dove si rischia di finire? Trasporti? Telecomunicazioni? Energia? 2)Servizi pubblici locali: si accettano ambiti locali ottimali anche di dimensioni subprovinciali, quando spesso le dimensioni ottimali non sono neppure regionali. 3) Affidamento dei servizi pubblici locali: qui una vera scivolata. Nelle gare per l’affidamento la tutela dell’occupazione costituisce un elemento di valutazione dell’offerta. Cioè la gestione dei servizi pubblici locali ingloba la tutela di posti di lavoro inefficienti. Una premessa per un’infelice conclusione anche a proposito dell’art.18?

Leave a Comment