Il card. Bagnasco sul lavoro


LAVORO: CARD. BAGNASCO, BASTA COI NO PREGIUDIZIALI
SE GUARDIAMO OGNI NOVITA’ CON SOSPETTO, LA CITTA’ MUORE
(ANSA) – GENOVA, 19 MAR – Basta con i ”no pregiudiziali”:
cosi’ l’arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, ha esortato
Genova ad affrontare l’attuale crisi del mondo del lavoro. ”Se
non si smette di guardare ogni novita’ con sospetto, come se
ogni iniziativa dovesse nascondere chissa’ quale speculazione
indebita e se ogni intrapresa deve affrontare l’esasperante
corsa a ostacoli dei no pregiudiziali, dei silenzi tattici,
allora la Citta’ diventa invivibile e gli investimenti
trasmigrano verso lidi più accoglienti e collaborativi”.(segue)
LAVORO: CARD. BAGNASCO, BASTA COI NO PREGIUDIZIALI (2)

(ANSA) – GENOVA, 19 MAR – ”Per creare futuro – ha proseguito
il cardinale – dobbiamo mettere in conto anche eventuali disagi
temporanei, ma e’ la visione d’insieme, non il proprio
particolare che deve ispirare e sostenere. D’altra parte,
salvare il particolare a scapito dell’insieme quanto giova al
particolare stesso?”.
Bagnasco ha rivolto un invito ”alla coesione”, che e’ il
risultato di ”fiducia, sincerita’ e coraggio”.
”Se e’ più importante che l’altro non faccia bella figura,
non abbia successo, non meriti plauso per il coraggio e
l’intraprendenza, allora la Citta’ si spegne – ha affermato il
cardinale – . Se si perde tempo e forze per ostacolare gli altri
nel bene, perche’ non abbiano merito, perche’ siamo noi a dover
brillare, a occupare la scena, allora la Citta’ si deprime. Se
si gode nel cogliere le ombre altrui o addirittura si manovra
per crearne ad arte, allora la Citta’ si mortifica ed e’
umiliata”. (ANSA).

Leave a Comment