Old labour and young bersanians


Penso che la lettura di Stefano del documento dei giovani bersaniani sia tutt’altro che caricaturale. Il documento preparatorio delle settimane sociali dei cattolici non sarà una fonte dottrinale ma non lo si può certo definire privo di contatti con il più ampio cammino di discernimento ecclesiale sulla situazione del paese, anche sotto il profilo del funzionamento delle sue istituzioni politiche. E comunque, entrando nel merito, tre spunti. Il primo: sui benefici effetti del tanto invocato regolatore, che poi significa consegnare alla politica nuovi pericolosi spazi discrezionali, basta leggersi qualche pagina dell’ultimo libro di Raghuram Rajan. Il secondo: la critica dell’individualismo liberista anglosassone è essa sì caricaturale. E comunque fuori tempo. Mentre i nostri quarantenni neosocialdemocratici si accaniscono contro Margareth Thathcer, i conservatori inglesi riscoprono un modello poliarchico e liberale di welfare e mandano a casa Gordon Brown. Il terzo: come dimenticare che il movimento cattolico, pur fluido e destrutturato, è all’origine della spinta al rinnovamento bipolare e competitivo della democrazia italiana, da Ruffilli in poi?

Leave a Comment